Psicosomatica integrata al Counseling

counseling2

Si parla spesso di Psicosomatica e forse un pò meno di Counseling. La loro integrazione è ancor meno argomento diffuso. Volendo dare una definizione semplice di entrambi, potremmo definire la Psicosomatica come una disciplina medica che si occupa dell’influenza degli stati psicologici sulla funzionalità degli organi del corpo.


Il Counseling è un’attività professionale di consulenza focalizzata ad aiutare il cliente a sviluppare, attraverso il potenziamento dei suoi punti di forza, la consapevolezza e le capacità nella gestione dei problemi e dello sviluppo personale. L’obbiettivo è di incrementare l’autonomia della persona nell’ambiente sociale, professionale. Il Counseling non è un intervento di cura e non è psicoterapia.

Chiariti i significati, come si possono integrare le due discipline? Ed in particolare, che utilità ha poterlo fare?
Partendo dal concetto dell’importanza per il nostro benessere del “prenderci cura” di noi stessi, si può comprendere come mente e corpo siano tra loro “intimamente” connessi.
Quando siamo in armonia con il mondo che ci circonda, col nostro mondo interiore e le nostre emozioni, facilmente siamo in un benessere anche fisico, stiamo bene e ci sentiamo bene. Le nostre energie sono presenti e sono disponibili per qualsiasi situazione abbiamo da vivere ed affrontare.
Diversamente se siamo contrariati, se proviamo emozioni di rabbia, tristezza o paura, si instaura nella nostra mente una sensazione di disagio. Questo si esprime anche nel nostro corpo, impercettibilmente o in modo esplicito, il malessere diventa reale, si può manifestare in un sintomo psicosomatico. Il nostro corpo è come una mappa con i suoi significati; sta a noi imparare ad ascoltarlo ed a saper leggere quale può essere il significato del malessere che ci affligge in modo più o meno esplicito.
Leggere le informazioni che ci arrivano dal corpo con l’aiuto della Psicosomatica, permette di ipotizzare la fonte delle nostre emozioni o la situazione che ci mette alla prova.

Attraverso l’intervento di Counseling è possibile fare chiarezza rispetto alla problematica; nell’esperienza della relazione, propria del Counseling, il cliente può esplorare e dare un nome al suo disagio, acquisire così consapevolezza del problema. E’ possibile “Ri-scoprire” le risorse personali e trovare una strategia che permetta di gestire la situazione di difficoltà vissuta, acquistando quella autonomia necessaria per ritrovare il benessere.
In conclusione si può comprendere quanto sia importante e necessario per star bene l’ascolto di noi stessi, il prenderci del tempo per captare e dare spazio al nostro fisico che ci parla e ci comunica le nostre emozioni, i nostri stati d’animo. Prenderci cura di essi ci aiuta a semplificarci la vita e a poterla godere pienamente per quello che ci è possibile.

Dott.ssa Francesca Trojani
Counselor Professionista