La Gestione e la Programmazione della Fabbrica

Durata 7 ore
Obbiettivi -Migliorare la programmazione operativa per ridurre i tempi di consegna, le scorte materiali, aumentare l’utilizzo delle risorse umane e dei mezzi di produzione
-Utilizzare la programmazione come strumento di monitoraggio dell’efficienza produttiva e delle azioni di miglioramento
-Integrare la programmazione operativa con la manutenzione degli impianti e dei mezzi produttivi
-Creare l’ossatura di un efficace sistema di controllo operativo della produzione, integrato con la gestione commesse ed il controllo di gestione
Destinatari -Responsabili di Stabilimento
-Responsabili di Officina
-Responsabili programmazione della produzione e logistica
-Responsabili Tempi e Metodi
-Responsabili di Manutenzione
-Capi Reparto
-Responsabili dei sottosistemi “SAP” relativi alla produzione e logistica (PPS ecc.)
-Responsabili controllo qualità operativo
Contenuti Conoscere le tecniche di gestione e programmazione operativa

-La programmazione operativa di officina di lungo e medio periodo
-La pianificazione della capacità produttiva e il “make or buy”
-La programmazione di commessa, la programmazione di officina e la schedulazione di reparto
-Le tecniche di programmazione operativa: la capacità produttiva, la gestione delle code, la disponibilità dei mezzi di produzione, la disponibilità di materiali e attrezzature, la “spendibilità degli ordini di lavoro”
-Le interfacce con le altre funzioni di produzione: tempi e metodi, manutenzione, qualità, logistica, attrezzeria ecc.
-Costi diretti e costi indiretti, il budget dei Centri di Costo della Fabbrica

Implementare/migliorare il sistema di programmazione operativa

-L’individuazione delle esigenze e dei fattori principali della programmazione di officina, la mappatura delle risorse e dei cammini critici
-L’integrazione della programmazione operativa di officina con quella di commessa e con le programmazioni di funzione (ingegneria, approvvigionamenti, logistica)
-L’implementazione delle tecniche di programmazione: l’individuazione dei “colli di bottiglia”, i criteri di utilizzo del “just in time”, la capacità “infinita” e la capacità “finita”, la gestione delle code, il “floating”, la verifica della disponibilità dei materiali e la manutenzione programmata dei mezzi di produzione
-L’integrazione tra i diversi orizzonti temporali della programmazione generale di officina e la schedulazione di reparto, le relazioni con gli altri strumenti e processi aziendali (logistica e gestione magazzini, gestione del personale, contabilità industriale)

Gestire la programmazione operativa come strumento di conseguimento dei risultati temporali ed economici

-Come fissare le “milestones” ed i target di un programma
-Come verificare la “spendibilità” degli “ordini di lavoro”
-La definizione e l’aggiornamento dei “tempi standard”
-Il controllo temporale dell’avanzamento “fisico” e dei connessi fattori economico-finanziari
-Il confronto tra “programmato” e “realizzato”, l’analisi degli scostamenti, le azioni correttive
-La riduzione dei “lead time”, dei lavori in corso e l’eliminazione degli sprechi
-Come progettare un “cruscotto” di controllo integrato dell’avanzamento della produzione per monitorare l’efficienza delle risorse, dei mezzi di produzione, della manutenzione e degli altri “servizi”, definire le “azioni di miglioramento” e misurarne il raggiungimento in tempo reale.

Documento rilasciato:
Docente Giorgio Prini
Date
Orario 9.00/13.00 – 14.00/17.00
Luogo Corso Torino, n° 38/3 sc.1 – 16129 Genova
Costo